Indicazioni per il cammino delle Comunità Pastorali

 
 

Ai Parroci Coordinatori, ai Laici Segretari,
e ai Sacerdoti delle nostre 21 Comunità Pastorali.

Carissimi,
Vorremmo trasmettervi alcune considerazioni e indicazioni utili per intraprendere operativamente il cammino delle Comunità Pastorali, dopo due anni di preparazione attraverso le “ConVocazioni”, con la preghiera e la conoscenza reciproca. Tre potrebbero essere i verbi guida a cui fare riferimento:
– VEDERE, cioè conoscersi e conoscere la realtà e la storia delle parrocchie che compongono la Comunità.
– GIUDICARE, inteso come sforzo e fatica di capire e valorizzare le diverse realtà e, soprattutto, le persone, con
gli occhi di Dio.
– AGIRE, come ci chiede il nostro Arcivescovo, per il bene della Chiesa a cui apparteniamo.

Tutto questo dovrà avvenire con gradualità, senza fretta e soprattutto rispettando le realtà già esistenti. Certamente occorre accoglienza, pazienza, stima e desiderio di camminare insieme: sacerdoti, diaconi, religiosi/e, laici, tenendo sempre presente che la carità è il vincolo che ci unisce e ci contraddistingue.

Per lo sviluppo del nostro cammino pastorale dovrà essere rafforzata la collaborazione tra i Parroci Coordinatori delle varie Comunità, insieme agli altri Parroci, Diaconi, Collaboratori religiosi/e presenti nella Comunità stessa, i Segretari e i Collaboratori laici più impegnati. Siccome la situazione delle singole Comunità può presentarsi diversa, anche per motivi storici e geografici, i Coordinatori e i Segretari sapranno modulare il cammino pastorale in modo originale così da adattarlo ad ogni singola realtà.

SUGGERIMENTI
– Si propone di organizzare gli incontri con gli Operatori pastorali in ogni Comunità, seguendo gli ambiti stabiliti nella Nota “Sulla strada” di Mons. Arcivescovo dello scorso anno: Biblico, Liturgico, Sociale-Caritativo, Famiglia, Giovani… Non viene stabilito un numero specifico di incontri: soprattutto dev’essere curata bene la “qualità”, facilitando i rapporti interpersonali che favoriscano la crescita della Comunità. Il tempo in cui realizzare questi incontri di Operatori Pastorali “Missionari insieme” va da gennaio a Pasqua
– È necessario rapportarsi con gli Uffici Pastorali diocesani per ricevere gli aiuti e i suggerimenti specifici di ogni Ufficio, per la formazione e la stesura di progetti ed anche per il supporto in caso di eventuali problematiche. A questo scopo è in preparazione una guida in cui ogni Ufficio presenterà i servizi che può offrire alle singole Comunità.Anche lo STEP si attiverà per coordinarsi con il Progetto Pastorale Diocesano.
Per verificare insieme il procedere di questo cammino proponiamo di incontrare i Parroci Coordinatori, i Segretari e gli operatori che si riterrà opportuno coinvolgere, venerdì 29 novembre in Seminario dalle 18 alle 19.30.
Un saluto nel Signore!

Per il Coordinamento Diocesano
Mons. Giuseppe Cavallone e Luciano Vietti

 

Accedi al sito

Hai perso la Password?