Comunità pastorali al via

 
 

COMUNICATO DI CURIA

 

Anche in diocesi di Vercelli sono ai nastri di partenza le Unità pastorali, o meglio le “Comunità pastorali”, come sono state denominate dal nostro Arcivescovo per sottolineare la profonda ecclesiologia di comunione che soggiace alla base di questa scelta.

Una scelta fatta dalla Chiesa italiana sin dal 2004, con la nota pastorale della Conferenza Episcopale Italiana Il volto missionario delle parrocchie in un mondo che cambia, la quale al paragrafo 11  «Strutture nuove per la missione e condivisione di carismi», dichiarava:

«Per mantenere il carattere popolare della Chiesa in Italia, la rete capillare delle parrocchie costituisce una risorsa importante, decisiva per il legame degli italiani con la Chiesa cattolica. Ma ora occorre partire dal radicamento locale per aprirsi a una visione più ampia», che impone un radicale ripensamento dell’attuale organizzazione parrocchiale, imperniata su numerose piccole parrocchie spesso disseminate sul territorio locale.

Come specificavano i vescovi italiani nel 2004, non si tratta di «sopprimere parrocchie limitrofe accorpandole», bensì di «mettere le parrocchie “in rete” in uno slancio di pastorale d’insieme». In questo modo, «non viene ignorata la comunità locale, ma si invita ad abitare in modo diverso il territorio, tenendo conto dei mutamenti in atto, della maggiore facilità degli spostamenti, come pure delle domande diversificate rivolte oggi alla Chiesa» da un contesto socio-ecclesiale caratterizzato da profonde dinamiche di trasformazione.

In definitiva essere Chiesa oggi significa costituirsi in una rete organica di comunità pastorali attente a costituirsi sul territorio come un tessuto di relazioni stabili, fraterne, comunionali: «La Chiesa non si realizza se non nell’unità della missione. Questa unità deve farsi visibile anche in una pastorale comune. Ciò significa realizzare gesti di visibile convergenza, all’interno di percorsi costruiti insieme, poiché la Chiesa non è la scelta di singoli ma un dono dall’alto, in una pluralità di carismi e nell’unità della missione».

Coerentemente con questi principi ispiratori di fondo l’Arcivescovo ha disposto per l’inizio del prossimo anno pastorale 2017-18 le seguenti nomine:

 

Comunità Pastorale di Trino

In seguito alla chiusura canonica della Comunità salesiana, è nominato Parroco di S. Bartolomeo in Trino il rev. Sac. don Patrizio  Maggioni, che si avvarrà della collaborazione pastorale del rev. Sac. don Riccardo Leone, che rinuncia alla Parrocchia S. Emiliano in Cigliano.

Contestualmente, Don Maggioni è anche nominato Amministratore Parrocchiale di San Germano in Palazzolo Vercellese.

Nel complesso della Comunità Pastorale, il rev. Sac. mons. Giuseppe Ferrarotti continua a reggere la Parrocchia della B.V. Assunta in frazione Robella di Trino, mentre il rev. Sac. don Nicola Iozzo (SdB) prosegue per un anno il suo mandato in qualità di Amministratore parrocchiale di S. Giorgio di Tricerro. Il rev. Diac. Emor Lucingoli prosegue nel suo servizio ministeriale attivo.

Comunità Pastorale di Cigliano:

in seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Riccardo Leone, è nominato Parroco di S. Emiliano in Cigliano il rev. Sac. Lorenzo Pasteris, che si avvarrà della collaborazione pastorale del rev. Sac. Luciano Pasteris.

Comunità Pastorale di Stroppiana-Pezzana:

in seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Ambrogio Asei Dantoni, è nominato Amministratore Parrocchiale della SS. Annunziata in Motta de’ Conti e di S. Matteo Apostolo in Caresana il rev. Sac. don Tomasz Sen.

Comunità Pastorale di Crevacuore-Serravalle:

in seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Tomasz Sen, è nominato Parroco di S. Giovanni Battista in Serravalle Sesia e Amministratore parrocchiale della B.V. Assunta in fraz. Bornate, e dei Ss. Eusebio e Giacomo in Vintebbio, il rev. Sac. don  Ambrogio Asei Dantoni, che si avvarrà della collaborazione pastorale del rev. Sac. mons. Gianluca Gonzino e del rev. Diac. Emilio Forte.

Comunità Pastorale di Buronzo:

in seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Fabio Negri, è nominato Amministratore Parrocchiale della Parrocchia N.S. del SS. Rosario di Fatima, in fraz. Fornace Crocicchio di Formigliana, il rev. Sac don Paolo Perrone, che si avvarrà della collaborazione pastorale del rev. Sac. don Giuseppe Minghetti, il quale intende avviare un  programma di accoglienza solidale in casa parrocchiale.

In seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Fabio Negri è nominato Parroco della B.V. Assunta in Formigliana il rev. Sac. don Elio Grosso, il quale fisserà la sua residenza in casa parrocchiale e collaborerà su tutta la Comunità Pastorale.

Comunità Pastorale di Arborio:

in seguito alla rinuncia presentata dal rev. Sac. don Ettore Esposito è nominato Amministratore Parrocchiale di S. Giacomo Apostolo in San Giacomo Vercellese il rev. Sac. don Andrea Matta.

Comunità Pastorale Vercelli-Centro Duomo:

è nominato Coadiutore il rev. Sac. don Fabio Negri, che fisserà la sua residenza in Seminario.

Comunità Pastorali Vercelli Ovest e Vercelli Sud:

avendo il  rev. Sac. don Antonio Solla presentato rinuncia alla Parrocchia B.V. di Lourdes per ragioni personali di salute, lo stesso è nominato Parroco di S. Pietro Apostolo di cui era sinora Amministratore Parrocchiale.

Comunità Pastorale di Santhià:

con il benestare del Ministro Provinciale dei Frati Minori Cappuccini del Piemonte, il rev. Sac. Marco Giugno viene inserito nella parrocchia Ss. Agata e Giorgio di Santhià in qualità di referente zonale per la pastorale giovanile della zona di Santhià.

Si comunica inoltre che, in seguito alla nomina di Sua Ecc.za Mons. Cristiano Bodo a Vescovo di Saluzzo, è stato nominato Cappellano del Comitato Manifestazioni Vercellesi il rev. Sac. don Gian Mario Isacco, il quale mantiene tutti gli altri suoi incarichi diocesani e parrocchiali.

Ulteriori specificazioni relative agli avvicendamenti di clero sopra indicati e ad altri che seguiranno verranno forniti attraverso successive comunicazioni.

 

 

 

Accedi al sito

Hai perso la Password?